VUELTA, BENNATI CHE AZIONE: RIPRESO AI 200 METRI

05/09/2016 19:32:03

L’aretino, uomo di fiducia di Contador e regista della Nazionale, attacca ai 3 km e viene raggiunto soltanto in vista del traguardo.

5 settembre 2016 - Jean Pierre Drucker, lussemburghese di 30 anni (compiuti sabato scorso), ha vinto allo sprint la sedicesima tappa della Vuelta, Alcaniz-Peniscola di 156 chilometri, che prevedeva una sola difficoltà altimetrica di 3a categoria, l’Alto Castillo de Morella. Il corridore della Bmc Racing Team si è imposto davanti ai tedeschi Rudiger Selig (Bora Argon 18) e Nikias Arndt (Giant Alpecin). Il primo degli italiani è Kristian Sbaragli (Dimension Data), settimo. Ma l’azione più spettacolare è stata di Daniele Bennati, partito a 3 km dalla conclusione nel tortuoso finale che portava al traguardo della località di villeggiatura della Catalogna, a fianco della spiaggia. L’aretino della Tinkoff, che per Alberto Contador è più di un compagno di squadra, si è lanciato in un bellissimo contropiede ed è stato ripreso sotto al cartello dei 200 metri dal belga Meersman. Un bel segnale anche per il c.t. Cassani, che gli assegnerà le chiavi della Nazionale per il Mondiale in Qatar domenica 16 ottobre. Invariata la classifica generale con il colombiano Nairo Quintana (Movistar) in maglia rossa seguito da Froome e Chaves.

Fonte:gazzetta.it