RUTA DEL SOL, SUCCESSO DI BENNATI IN VOLATA

17/02/2016 19:01:14

In Spagna il 35enne aretino della Tinkoff, lanciato da Gatto, conquista la tappa d’apertura

17 febbraio 2016 - Daniele Bennati ha vinto in volata la prima tappa della Vuelta a Andalucia-Ruta Ciclista Del Sol, Almonaster La Real-Siviglia, di 165,2 chilometri. Il 35enne corridore aretino della Tinkoff ha conquistato il suo primo centro stagionale, il 52esimo in carriera (l'ultimo al GP Prato lo scorso 20 settembre), precedendo il belga Bert Van Lerberghe (Topsport Vlaanderen-Baloise) e lo spagnolo Juan Jose Lobato (Movistar); quarto il suo compagno di squadra Oscar Gatto, che lo ha pilotato al successo e alla leadership nella classifica generale. Nello sprint ha battuto anche gente come Nacer Bouhanni e Philippe Gilbert: il successo è valso anche il plauso di Alberto Contador che in tweet ha scritto, "complimenti capo". Giovedì, la seconda delle cinque frazioni della corsa spagnola, la Palomares del Rio-Cordoba di 186,3 chilometri.

All'arrivo Daniele Bennati ha dichiarato:"Oggi siamo partiti con l'obiettivo di portarmi a fare lo sprint. Ovviamente le gare si rivelano essere diversa da come pianificate, infatti la fuga ha preso tutti di sorpresa. Non era nostro compito riprendere i fuggitivi, perchè c'erano altri team che avevano più interesse nel farlo. Avendo due uomini per la classifica generale, non mi aspettavo che i miei compagni tirassero per recuperare la fuga, fortunatamente ci hanno pensato le altre squadre.
Nel finale di tappa i miei compagni sono stati eccezionali. Inoltre, a 10 Km dal traguardo ho anche avuto una foratura nella ruota anteriore e questo ha complicato ulteriormente la mia situazione. Comunque, fortunatamente, grazie alla mia condizione sono riuscito a ritornare nel gruppo. In seguito, Trusov ha fatto un lavoro impressionante riportandomi nelle prime file del gruppo, il tutto quando si viaggiava a circa 60 Km/h. McCarthy e Gatto erano vicini a me nel finale e mi hanno permesso di fare lo sprint nel modo giusto e vincere la tappa. Comunque vorrei davvero ringraziare con tutto il cuore i miei compagni di squadra. Questa è la cosa più importante per me"



Fonte:gazzetta.it