DANIELE BENNATI RITORNA ALLE CORSE AL GIRO DI POLONIA

11/07/2016 19:09:55

Dopo 114 giorni dall'infortunio alla Milano-Sanremo Bennati ritorna a correre

11 luglio 2016 - Jesper Hansen sarà il leader della Tinkoff al giro di Polonia 2016, alla ricerca di una buona posizione nella classifica generale. Jesper viene da un secondo posto al giro di Croazia in primavera e ha dimostrato una buona forma al Tour de Langkawi, dove si è piazzato quinto nella classifica generale.
Molto importante il ritorno alle corse per Daniele Bennati ripresosi dall'incidente alla Milano-Sanremo che gli aveva procurato la frattura della vertebra L4.
Daniele sarà accompagnato dall'esperto Sergio Paulinho, corridore in grado di ottenere buoni risultati nelle tappe con salite, cosi come i russi Pavel Brutt, Evgeny Petrov e Yuri Trofimov.
Oltre a questi atleti la Tinkoff schiererà il campione slovacco Juraj Sagan, che cercherà di entrare nelle fughe. A completare la squadra ci sarà Jesús Hernández, che darà il suo supporto nelle tappe con salite.
In vista della gara, il Direttore Sportivo Jan Valach esprime un'ulteriore analisi sui componenti al via: "Il giro di Polonia sarà la prima corsa al rientro di Daniele Bennati e questo è un bene perchè il percorso non è difficilissimo e può testare la sua condizione senza stress. Abbiamo un team bilanciato e puntiamo a una buona posizione in classifica generale con Jesper Hansen che ha dato buoni segnali in Malesia e Croazia.
Hernández, Petrov e Trofimov saranno un aiuto per Jesper nelle salite, mentre Pavel Brutt e Sagan avranno il ruolo di entrare nelle fughe. Infine, abbiamo Paulinho che sarà il regista in corsa che guiderà il team. È una corsa importante per noi e cercheremo di raccogliere più occasioni possibili con tutti i nostri corridori, guardando giorno per giorno.".
Le prime due tappe saranno adatte ai velocisti poi gradualmente aumenteranno le difficoltà con la quinta e sesta tappa che avranno molte salite e saranno fondamentali per la classifica generale. La corsa sarà decisa nella settima tappa con una cronometro individuale.
"Le prime due tappe non sono molto lunghe, ma gli altri giorni verranno affrontati in media 200 kmo più e questo sarà un buon allenamento," - conclude il DS - "la quinta e la sesta tappa decideranno la gara, ma dovremmo stare attenti tutti i giorni".

Fonte:tinkoffteam.com